Istituto di Istruzione Superiore G. Giorgi
Viale Liguria, 19/21 - 20143 Milano (MI)
Tel: 0289400450 | Fax: 0289406707
E-mail: miis082004@istruzione.it | PEC: miis082004@pec.istruzione.it

Docenti
Studenti
Famiglie

Oggetto: didattica a distanza – aggiornamenti operativi

Il punto della situazione

A dieci giorni dall’emanazione del DPCM 8 marzo, e dalla conseguente circolare 205 del 10 marzo che ha fatto il punto sul piano di sviluppo della didattica a distanza, la Dirigente rileva con viva soddisfazione la professionalità con cui il Collegio docenti ha rapidamente implementato le attività on line, sia in presenza sia in differita, assicurando continuità di obiettivi educativi e didattici alla comunità scolastica; rileva inoltre, con uguale soddisfazione, la positiva risposta degli studenti e il fattivo contributo delle famiglie.

Messa a punto in itinere, indicazioni per docenti

Questo primo periodo di lavoro a distanza ha generato un proficuo scambio di riflessioni tra docenti, studenti e genitori, al fine di condividere le modalità ottimali per la gestione delle attività, man mano che emergono ulteriori dati su presenze degli studenti, tecnologie adottate, gestione del RE. Le indicazioni che seguono costituiscono la sintesi di tali riflessioni:

  • orario lezioni online: tenuto conto delle peculiarità della didattica a distanza, la Dirigente raccomanda ai docenti di contenere le videolezioni in presenza entro i 2/3 del proprio orario curricolare, riservando il tempo rimanente allo svolgimento di attività in differita;
  • formulazione quadro orario lezioni online: i docenti sono invitati a organizzare le proprie videolezioni secondo l’orario di cattedra, ferma restando la possibilità del singolo, d’accordo con il CdC, di variare giorni e orari particolarmente difficili da gestire (1°, 6°, 7°, 8° ora);
  • condivisione orario lezioni: i coordinatori sono pregati di condividere con gli studenti il quadro orario settimanale messo a punto dal CdC, al fine di facilitare un’ordinata pianificazione degli impegni da parte degli studenti;
  • gestione RE:
    • il docente non firma sul RE le proprie ore di videolezione e  annota nel campo “argomenti della lezione” i contenuti sviluppati;
    • gli studenti assenti alla lezione vengono rilevati nel campo “annotazioni giornaliere
  • coordinatore di classe:
    • scarica il PDF del registro di classe, recante le annotazioni giornaliere, e lo invia a genitori e studenti rappresentanti di classe alla fine di ogni settimana.

Messa a punto in itinere, indicazioni per studenti e famiglie

La risposta degli studenti alla didattica è distanza è stata improntata in larga parte a impegno, responsabilità, partecipazione: è anche grazie a loro se l’Istituto ha potuto tanto rapidamente mettere a regime il nuovo piano di lavoro.

È necessario però ricordare alcuni punti cardine, in parte già sottolineati nella circolare 205, in parte sollecitati dalle attività quotidianamente svolte a distanza:

  • le sessioni online sono esclusivamente rivolte agli studenti della classe, i quali ricevono invito o convocazione dal docente; è vietato diffondere il link di ingresso nell’aula virtuale a studenti di altre classi, di altri Istituti o a persone estranee alla scuola; ove ciò si verificasse, il docente segnalerà l’infrazione sul RE con nota personale o di classe, a seconda che i responsabili siano o meno prontamente individuati, cui seguirà un provvedimento disciplinare; (clicca qui per vedere come bloccare ingressi indesiderati alle video lezioni con la piattaforma  Cisco Webex)
  • il rigore nello svolgimento delle consegne è un criterio primario di valutazione: si raccomanda quindi agli studenti di svolgere compiti e attività di studio con la cura, la puntualità e l’impegno adeguati al momento eccezionale che ci coinvolge tutti e che richiede a ciascuno di noi il massimo senso di responsabilità.

La valutazione delle attività didattiche a distanza, indicazioni per docenti, studenti e famiglie

La Nota Ministeriale 279/2020 ha già descritto il rapporto tra attività didattica a distanza e valutazione. Se è vero che deve realizzarsi attività didattica a distanza, è altrettanto necessario che si proceda ad attività di valutazione costanti, secondo i principi di tempestività e trasparenza che, ai sensi della normativa vigente, ma più ancora del buon senso didattico, debbono informare qualsiasi attività di valutazione. Le forme, le metodologie e gli strumenti per procedere alla valutazione in itinere degli apprendimenti, propedeutica alla valutazione finale, rientrano nella competenza di ciascun insegnante.

Buon lavoro a docenti e studenti: ora più che mai, la scuola si rivela come comunità solidale, flessibile, aperta al cambiamento, espressione di cultura nel senso più ampio e alto del termine.

Il Dirigente Scolastico
Prof.ssa Angela Izzuti